Torna a Foronews


18 | 05 | 2020

Civile

Enti locali e strumenti finanziari derivati: la sorte dei contrati stipulati prima del 2013

di Alessandro Palmieri

Cass., sez. un., 12 maggio 2020, n. 8770

Note e commenti

Le sezioni unite sono state chiamate ad analizzare le problematiche suscitate dai contratti relativi a strumenti finanziari derivati, che vennero stipulati dai comuni prima che il legislatore, con l’art. 62 d.l. 122/08 (convertito, con modificazioni, dalla l. 133/08 e riscritto dall’art. 3 l. 203/08), ponesse significativi paletti al coinvolgimento degli enti locali in tali operazioni e, quindi, con l’art. 1, comma 572, l. 147/13, introducesse in pratica una preclusione, lasciando la porta aperta soltanto in determinate circostanze eccezionali.
Dopo un ampio excursus sul fenomeno dei derivati e sulla figura che caratterizzava la vicenda approdata in sede di legittimità, vale a dire l’interest rate swap, la Suprema corte evidenzia come anche nel quadro normativo previgente sussistessero limiti piuttosto stringenti per l’utilizzabilità dei menzionati schemi negoziali da parte della pubblica amministrazione.
Sotto un primo profilo, per ...

Vuoi continuare a leggere?

Accedi

non sei ancora abbonato a FORONEWS?

Abbonati o
PROVA GRATIS PER 1 MESE

Annuale

49

Euro + iva 4%

( 39 Euro + iva 4% per i già abbonati de Il Foro Italiano )

Foronews è il frutto di un attento lavoro di professionisti dell’ambito giuridico che cercano ogni giorno di costruire conoscenza di valore in un mare di informazioni spesso non veritiere, approssimative e condizionate.

Foronews pubblica ogni giorno un commento giurisprudenziale o un aggiornamento di ambito legislativo al fine di fare luce e dare spunti di approfondimento a tutti coloro che nei vari ambiti del diritto vogliono un’informazione quotidiana autorevole e di qualità.