Torna a Foronews


29 | 06 | 2020

Civile

L’ente preposto al recupero degli animali randagi risponde dei danni da questi ultimi cagionati

di Blerina Nazeraj

Cass., sez. III, ord. 26 maggio 2020, n. 9671

Note e commenti

L’ordinanza 26 maggio 2020, n. 9671, addossa la responsabilità civile per i danni cagionati da cani randagi in capo alla competente Azienda sanitaria, anziché al Comune di Ruvo di Puglia, in quanto secondo la legge della Regione Puglia n. 12/95 spetta ai servizi veterinari delle Asl il recupero degli animali randagi. Invero, la legge quadro statale n. 281/91 non indica a quale ente spetti la cattura e custodia dei cani randagi, ma rimette alle Regioni la regolamentazione della materia (Cass. 18 luglio 2019, n. 19404, Foro it., Le banche dati, archivio Cassazione civile; 18 maggio 2017, n. 12495, id., Rep. 2017, voce Responsabilità civile, n. 211, secondo cui non può ritenersi sufficiente, a tal fine, l'attribuzione di generici compiti di prevenzione del randagismo, quale è il controllo delle nascite della popolazione canina e felina, avendo quest'ultimo ad oggetto il mero controllo «numerico» degli animali, a ...

Vuoi continuare a leggere?

Accedi

non sei ancora abbonato a FORONEWS?

Abbonati o
PROVA GRATIS PER 1 MESE

Annuale

49

Euro + iva 4%

( 39 Euro + iva 4% per i già abbonati de Il Foro Italiano )

Foronews è il frutto di un attento lavoro di professionisti dell’ambito giuridico che cercano ogni giorno di costruire conoscenza di valore in un mare di informazioni spesso non veritiere, approssimative e condizionate.

Foronews pubblica ogni giorno un commento giurisprudenziale o un aggiornamento di ambito legislativo al fine di fare luce e dare spunti di approfondimento a tutti coloro che nei vari ambiti del diritto vogliono un’informazione quotidiana autorevole e di qualità.