Torna a Foronews


15 | 09 | 2020

Civile

L’impossibilità tecnica di fruizione dell’impianto termico condominiale legittima il singolo condomino a non pagare neppure le spese di conservazione del medesimo

di Blerina Nazeraj

Cass., sez. II, 31 agosto 2020, n. 18131; Pres. Gorjan, Est. Scarpa, P.M. De Renzis

Note e commenti

Con la sentenza 31 agosto 2020, n. 18131, la Suprema Corte cassa con rinvio la pronuncia di merito per essersi discostata dal suo consolidato orientamento che, già prima dell’introduzione dell’art. 1118, 4° comma, c.c. ad opera della l. 220/12, riconosce a ciascun condomino il diritto di rinunciare legittimamente all'uso del riscaldamento centralizzato e di distaccare le diramazioni della sua unità immobiliare dall'impianto termico comune, senza necessità di autorizzazione od approvazione degli altri condomini, purché da ciò non derivi né un aggravio di spesa per gli altri condomini né uno squilibrio di funzionamento. Il condomino che intende esercitare tale diritto dovrà soltanto concorrere al pagamento delle spese necessarie per la conservazione e la manutenzione straordinaria dell'impianto. Di conseguenza sono da considerarsi nulle le clausole del regolamento condominiale e le deliberazioni assembleari che contengono un incondizionato ...

Vuoi continuare a leggere?

Accedi

non sei ancora abbonato a FORONEWS?

Abbonati o
PROVA GRATIS PER 1 MESE

Annuale

49

Euro + iva 4%

( 39 Euro + iva 4% per i già abbonati de Il Foro Italiano )

Foronews è il frutto di un attento lavoro di professionisti dell’ambito giuridico che cercano ogni giorno di costruire conoscenza di valore in un mare di informazioni spesso non veritiere, approssimative e condizionate.

Foronews pubblica ogni giorno un commento giurisprudenziale o un aggiornamento di ambito legislativo al fine di fare luce e dare spunti di approfondimento a tutti coloro che nei vari ambiti del diritto vogliono un’informazione quotidiana autorevole e di qualità.